Crea sito

Categorized | Attualità, Estero

Il Vaticano riconosce lo stato della Palestina.

pace-israele-palestina

from http://www.aljazeera.com/ 13 maggio 2015

Il Vaticano ha concluso il suo primo trattato che riconosce formalmente lo Stato della Palestina, con un accordo sulle attività della Chiesa cattolica nelle zone controllate dall’Autorità Palestinese, lo annuncia la Santa Sede.
Una dichiarazione congiunta rilasciata dal Vaticano ha dichiarato mercoledì che il testo del trattato è stato concluso e sarà firmato ufficialmente dalle rispettive autorità “nel prossimo futuro”.

L’accordo “si propone di valorizzare la vita e le attività della Chiesa cattolica e il suo riconoscimento a livello giudiziario”, ha detto monsignor Antoine Camilleri, vice ministro degli esteri del Vaticano che ha guidato la delegazione ai colloqui.
Funzionari del Vaticano hanno sottolineato che, anche se l’accordo è stato importante, certamente non costituisce il primo riconoscimento della Santa Sede dello Stato di Palestina.
“Abbiamo riconosciuto lo Stato di Palestina da quando è stato dato il riconoscimento da parte delle Nazioni Unite, ed è già indicato come lo Stato della Palestina nel nostro annuario ufficiale”, ha detto padre Federico Lombardi, portavoce del Vaticano.

Il 29 novembre 2012, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione che riconosce la Palestina come stato non membro ma osservatore.
Questo è stato accolto a suo tempo dal Vaticano, che ha lo stesso status di stato non-membro ma osservatore presso le Nazioni Unite.
Nel corso di una visita di tre giorni in Medio Oriente un anno fa, Papa Francesco ha deliziato i suoi ospiti palestinesi facendo riferimento allo “stato palestinese”, fornendo il supporto per il pieno riconoscimento dello stato.
La delegazione palestinese era guidata dall’Ambasciatore Rawan Suleiman, il vice ministro degli Affari esteri.

In un’intervista al quotidiano ufficiale del Vaticano, L’Osservatore Romano, Camilleri ha detto di sperare che l’accordo possa contribuire indirettamente ai rapporti tra lo Stato palestinese con Israele.
“Sarebbe positivo se l’accordo potesse in qualche modo aiutare, con la creazione e il riconoscimento di uno Stato palestinese indipendente, sovrano e democratico, la vita in pace e sicurezza con Israele e i suoi vicini”, ha detto Camilleri.

Il membro del Comitato Esecutivo dell’Olp Hanan Ashrawi ha accolto con favore il riconoscimento del Vaticano dello Stato di Palestina.
In una dichiarazione, Ashrawi ha detto: “Il significato di questo riconoscimento va al di là della simbologia  politica e giuridica e dei domini morali e invia un messaggio a tutte le persone di coscienza che il popolo palestinese merita il diritto di auto-determinazione, e un riconoscimento formale, di libertà e statualità. “.

(Trad. D.A.)

 

DUBITARE PER ESSERE LIBERI

NOTIZIE INTERESSANTI DAL WEB

Judo e la paura. Può un arte marziale aiutare nella gestione della paura? Come si agisce? Lo spiega la campionessa di Judo, ed esperta in psicologia dello sport, Loredana Borgogno.
Può davvero finire l'era del libro cartaceo scalzata dalla tecnologia? Il rapporto tra il lettore e il libro è qualcosa di più che la sola lettura.
Il tema del lavoro fa sempre parte della campagna elettorale. La sinistra ne rivendica la difesa. Ma come si comporta davvero oggi lo Stato nei confronti del lavoro?
Blu Economy un'altra economia è possibile. Non più una economia green ma un modello che apprende dalla natura per realizzare procedimenti di produzione compatibili con l'ecosistema e il benessere delle realtà locali. Intervista di Tiziana Alterio.
Quali sono le conseguenze della mossa di Trump su Gerusalemme? Un'analisi ripercorre la storia della città più controversa del mondo. Gli interessi politici, strategici e le motivazioni religiose.
Il presidente Trump mette in discussione tutti i Trattati commerciali in essere, con l'obiettivo di ridurre l'impatto della Cina e aumentare la produzione interna. Non di meno intende rivedere gli accordi commerciali con l'Europa, comunque considerato partner privilegiato.

DALL'ARCHIVIO

Germania: il magistrato minacciato. La storia di Nino Di Matteo

Germania: il magistrato minacciato. La storia di Nino Di Matteo

da italiadallestero.info Interessante articolo tradotto da Cristina Bianchi per "italiadall'estero. ...

LEGGERE...NUTRIMENTO DELL'ANIMA

Categorie del sito

Archivio articoli

Creative Common License

DALL'ARCHIVIO

Roma M5S... era meglio prima? (‘aridatece i ladroni!)

Roma M5S... era meglio prima? (‘aridatece i ladroni!)

Al solito il rumore del giornalismo padronale disturba la ricezione e la possibilità di capire e ra ...