Crea sito

Categorized | Attualità

Tav il PD valsusino chiama un commercialista pacificatore.

Pd simbolo

di Davide Amerio (per Tgvallesusa.it)

Chi di opposizione ferisce… di opposizione perisce… verrebbe da dire! Ne sa qualcosa il PD valsusino il quale, riferisce un trafiletto di La Repubblica, ha deciso, nella controversia interna sul Tav, di affidarsi ad un commercialista per dirimere la questione.

I circoli della zona hanno eletto il dott. Angelo Roccotelli quale incaricato di guidare l’attività  in una zona “calda” per il Partito Democratico.

La curiosità sta tutta nella descrizione e nell’intervista al diretto interessato. Un perfetto esempio di politichese ciarliero che preannuncia equilibrismi circensi mica da ridere e non siamo certo noi a invidiare l’”equidistante” commercialista.

Ci viene però il sorriso a sentir parlare di “sensibilità diverse” sulla questione Tav. Il modo elegante dei politici per esprimere due fazioni che non sono d’accordo pressoché su nulla. Sulla posizione “equidistante ma a favore del dialogo con le istituzioni” ci domandiamo se, per meglio calarsi nella parte, il nostro Roccotelli verrà edotto sull’uso della forza e dei manganelli in Val di Susa, magari con qualche prova pratica diretta sulla sua persona.

Lo Stato che ha “diritto nel sostenere la realizzazione e dall’altra ci sono le ragioni di chi può protestare” offre già il preludio della furbesca interpretazione tra chi ha un “diritto” e dall’altra chi “ha ragioni” (ma solo per protestare) escludendo altri diritti che non siano quelli della mera protesta. Classico giudizio di valore calato con nonchalance per creare psicologicamente la separazione tra chi è nel giusto e chi lo è ma solo in riferimento a un ambito ben preciso (la protesta).

Plano e Esposito hanno entrambi le loro ragioni ma senza fare di questa vicenda un Totem” e qui siamo alla fumettistica disneyana della lotta tra Paperino e Cip e Ciop che litigano girando intorno a un presunto pezzo di legno. La riduzione della vicenda Tav a un Totem indica la volontà di non perdere troppo tempo in discussioni da parte di chi, è evidente, ha già scelto e ha un mandato ben preciso e noi ci immaginiamo già quale possa essere. Difatti la frase successiva è l’apoteosi dell’escamotage usato dal PD da decenni a questa parte per cacciarsi fuori dagli impicci; un leitmotive buono per tutte le stagioni: “ci sono problemi più importanti a partire dalla crisi del lavoro“. Per chi se lo ricorda uno dei più divertenti usi mediatici di questo ‘principio’ lo regalò Fassino di fronte a una assemblea di iscritti leggermente inferocita dal fatto che il PD non avesse fatto nulla per fermare Berlusconi in venti anni. “Abbiamo dato priorità al lavoro”, fu la difesa di Fassino. Peccato che il ‘lavoro’ continui a mancare e Berlusconi continui a dormire su comodi guanciali approntati dalla sinistra.

Facciamo i nostri migliori auguri al commercialista in questione ma egli non pensi di travisare impunemente in dialetto politichese ciò che i valligiani ben conoscono da decenni. La questione Tav è di una semplicità disarmante oramai. Se esiste un problema di lavoro in Val di Susa lo è in relazione al fatto che la politica governativa punta da anni solamente alla realizzazione del Tav con la compiacenza delle organizzazioni criminali. In una valle come questa ci sono infinite possibilità di creare posti di lavoro nel settore del turismo ma se lor signori hanno un problema di Totem interno non si illudano di farci fessi con discorsetti da maestrina dalla penna rossa, seppur ‘equidistanti’.

D.A. 02.03.15

DUBITARE PER ESSERE LIBERI

NOTIZIE INTERESSANTI DAL WEB

A Firenze il successore di Renzi (Nardella) immagina di innaffiare i turisti con l'acqua per mantenere il decoro della città
Tav in Senato la relazione di Marco Rettighieri sul blocco dei lavori dopo gli arresti. L'intervento di Marco Scibona e le tante domande senza risposta.
Il concertone ha inizio dal pomeriggio con altri gruppi
Quello che viene fuori dal testo mi sembra una Nuclear Free Zone globale, che riconosce la legittimità del Trattato di Non Proliferazione vigente e si affida alla sua organizzazione per il controllo e per le misure di salvaguardia
Agricoltura, tecnologia, economia, com'è cambiato il loro rapporto e la manchevolezze della strategia in Italia
Dato che questi non sono soldi di Virano o di Foietta ma soldi pubblici, soldi di tutti, non vengano a raccontarci la favola dei posti di lavoro

DALL'ARCHIVIO

Dove ci conduce l'Europa dell'austerity e dove va la Grecia?

Dove ci conduce l'Europa dell'austerity e dove va la Grecia?

Due recenti interventi sul sito Scenarieconomici.it a firma l'uno del prof. Paolo Savona e l'altro ...

LEGGERE...NUTRIMENTO DELL'ANIMA

Categorie del sito

Archivio articoli

Creative Common License

DALL'ARCHIVIO

Risotto Champagne e maionese di Broccoli

Risotto Champagne e maionese di Broccoli

Caratteristiche Il risotto è sempre un primo delizioso che si presta bene per inventare accostam ...