Crea sito

Categorized | Attualità, Politica

Regione Piemonte: i consiglieri 5 stelle fanno le pulci alla giunta Chiamparino.

Torino panorama

Se vuoi sapere davvero cosa succede in politica locale, per esempio in Regione Piemonte, e nazionale, non serve guardare i telegiornali bensì annotare le attività del Movimento 5 Stelle. Come dicono gli investigatori nei film… segui la pista dei soldi e scoprirai il colpevole.

Qui i colpevoli sono coloro che ogni giorno raccontano la manfrina che “i soldi non ci sono”, si devono fare i tagli, c’è l’austerity imposta dall’Europa, i vincoli di bilancio etc etc. Poi, se segui la pista, e qui i 5 Stelle sono diventato come cani da tartufi a dispetto degli zerbini di partito che in televisione raccontano che il movimento non fa nulla, ecco che scopri che i soldi ci sono, sopratutto quando si tratta di spartirli o investirli in progetti fuori da qualsiasi logica di buon rapporto tra costi e benefici.

Torino capitale della Cultura? perché no! Sono anni che si parla della città e dei suoi tesori e delle potenzialità che può esprimere. Peccato poi accada l’inverso. Comunicano Davide Bono e Francesca Frediani (M5S):

Prima stanziano 4.6 milioni per la “buonuscita” in pensione di 30 dirigenti regionali, poi 3.2 milioni in “super premi” sempre per i dirigenti e ora ne tagliano 17 al sistema culturale piemontese. Questa sono le scelte di Chiamparino e della sua Giunta. La dimostrazione che i soldi ci sono solo quando si vuole.

Hanno concesso ai dirigenti premi produzione per un totale di 3.2 milioni di euro a fronte di “obiettivi” ridicoli. Ad esempio “firmare la metà delle email con posta certificata” oppure “partecipare a cinque riunioni per attività di direzione”.

Ora Chiamparino con una mano concede questi bonus, con l’altra taglia la cultura, un settore che sta vivendo una crisi senza precedenti. Eppure Torino e la sua provincia, da diversi anni, puntano sempre di più sull’offerta culturale per attirare un maggiore flusso turistico.

Lo scorso anno la Regione aveva stanziato circa 50 milioni, la coppia Chiamparino – Parigi oggi annuncia un taglio di 17, facendo addirittura rimpiangere il duo Cota – Coppola

Sui trasporti piemontesi i Cinque Stelle si pongono domande sull’idea di Chiamparino e del ministro Lupi di inserire l’aeroporto di Caselle tra gli scali “strategici” a livello nazionale, in “integrazione” con Malpensa. Precisano Bono e Valetti:

Ci duole precisare però che la strategicità di un aeroporto viene decretata dalle compagnie aree con investimenti privati e non dai Governi con editti, a meno che non siano accompagnati da nuovi investimenti pubblici.

Si prevede l’interconnessione ferroviaria ad Alta Velocità tra i due aeroporti, stimando che orde di passeggeri vadano prima in auto (sic!) a Caselle per fare check in (e magari shopping) e poi in altà velocità a Malpensa da cui parte il vero volo.
La vera priorità, per turisti e piemontesi, sarebbe quella di collegare con l’alta velocità Torino città con Malpensa, passando da Novara, come già fatto durante le Olimpiadi a costo zero.

Insomma c’è il rischio che la bella idea costringa i torinesi ad andare sino a Caselle per poi prendere il treno sino a Malpensa.

La richiesta del M5S è che prima si finiscano i lavori in corso per la metropolitana (Linea 1) e per il passante ferroviario che tra l’altro consentirebbe un trasporto rapido ed efficiente tra la stazione Dora e l’aeroporto senza altre iniziative che comportano investimenti per i quali non ci sono i soldi.

D.A. 08.02.15

DUBITARE PER ESSERE LIBERI

NOTIZIE INTERESSANTI DAL WEB

A Firenze il successore di Renzi (Nardella) immagina di innaffiare i turisti con l'acqua per mantenere il decoro della città
Tav in Senato la relazione di Marco Rettighieri sul blocco dei lavori dopo gli arresti. L'intervento di Marco Scibona e le tante domande senza risposta.
Il concertone ha inizio dal pomeriggio con altri gruppi
Quello che viene fuori dal testo mi sembra una Nuclear Free Zone globale, che riconosce la legittimità del Trattato di Non Proliferazione vigente e si affida alla sua organizzazione per il controllo e per le misure di salvaguardia
Agricoltura, tecnologia, economia, com'è cambiato il loro rapporto e la manchevolezze della strategia in Italia
Dato che questi non sono soldi di Virano o di Foietta ma soldi pubblici, soldi di tutti, non vengano a raccontarci la favola dei posti di lavoro

DALL'ARCHIVIO

Roma M5S... era meglio prima? (‘aridatece i ladroni!)

Roma M5S... era meglio prima? (‘aridatece i ladroni!)

Al solito il rumore del giornalismo padronale disturba la ricezione e la possibilità di capire e ra ...

LEGGERE...NUTRIMENTO DELL'ANIMA

Categorie del sito

Archivio articoli

Creative Common License

DALL'ARCHIVIO

1933-1960 Moncenisio: storie di un tempo e di un confine conteso.

1933-1960 Moncenisio: storie di un tempo e di un confine conteso.

ogni volta in cui mi capita di andare al Moncenisio e passo vicino al lago guardando il paesaggio ...