Crea sito

Categorized | Frammenti

Herman Hesse: degli uomini, dei lupi e delle guerre

lupo steppa Hesse

[…]

<< Alcune volte ho detto la mia opinione che ogni popolo e anzi ogni uomo, invece di lasciarsi ninnare da false questioni politiche circa la consapevolezza, deve fare l’esame di coscienza e vedere se i suoi errori, le omissioni o le cattive abitudini non siano fino a un certo punto responsabili della guerra e di tutta la miseria che vi è nel mondo: unica via per evitare forse la prossima guerra. E questo non mi vogliono perdonare, poiché naturalmente loro sono tutti innocenti: l’imperatore, i generali, i grandi industriali, glu uomini politici, i giornali: nessuno ha nulla da rimproverarsi, nessuno ha la minima colpa! Si direbbe che il mondo è un paradiso, salvo che ci sono una dozzina di milioni di uccisi sottoterra. Vedi, Erminia, questi attacchi non mi danno più fastidio, ma qualche volta mi mettono addosso una grande tristezza. Due terzi dei miei concittadni leggono questa razza di giornali, leggono mattina e sera queste parole, vengono lavorati ogni giorno, esortati, aizzati, resi cattivi e malcontenti, e alla fine di tutto ciò sarà di nuovo la guerra, la guerra futura anche sarà probabilmente più orrenda di quella passata. Tutto ciò è semplice, limpido, tutti, potrebbero capire e arrivare in un’ora di riflessione al medesimo risultato. Ma nessuno vuole riflettere, nessuno vuole evitare la prossima guerra, nessuno vuol risparmiare a sé e ai propri figli il prossimo macello di milioni di individui. Riflettici un’ora, chiedersi un momento sino a qual punto ognuno è partecipe e colpevole del disordine e della cattiveria del mondo: vedi, nessuno vuol farlo. E così si andrà avanti e la prossima guerra è preparata giorno per giorno con ardore da molte migliaia di uomini. Da quando lo so mi sono sentito tagliare le gambe e mi sono disperato e non ho più “patria”, non ho più ideali perché tutto questo non è che uno scenario per quei signori che preparano la prossima carneficina. Non ha scopo pensare pensieri umani e dirli e scriverli, non ha scopo rimuginare in testa pensieri di bontà: per due o tre persone che lo fanno ci sono in compenso ogni giorno migliaia di giornali e di riviste e discorsi e sedute pubbliche e segrete che vogliono il contrario e lo ottengono >>.


[…]

Herman Hesse – Il Lupo nella Steppa – 1946

 

DUBITARE PER ESSERE LIBERI

NOTIZIE INTERESSANTI DAL WEB

DALL'ARCHIVIO

L'intervista a Ferdinando Imposimato sulle Riforme Costituzionali

L'intervista a Ferdinando Imposimato sulle Riforme Costituzionali

Durante la pausa della sua impegnativa giornata in Val Susa, il Presidente Imposimato ha risposto ...

LEGGERE...NUTRIMENTO DELL'ANIMA

Categorie del sito

Archivio articoli

Creative Common License

DALL'ARCHIVIO

Un libro sulla Jiadh Islamica in Palestina.

Un libro sulla Jiadh Islamica in Palestina.

di Dominique Vidal per Le Monde Diplomatique Questo libro è il primo (1): nessuno aveva dedicato ...