Crea sito

Città Metropolitana: proposta dei giovani del PD sul Tav votata solo dal M5S

LOGO_CITTAMETROPOLITANA_TORINO

di Davide Amerio.

Contrariamente a quanto avviene nei piani alti del partito dei rottamatori d’Italia i giovani del PD sembrano essere molto sensibili ai costi del Tav.

Nel consiglio della Città Metropolitana di Torino è stata discussa una mozione del M5S che richiedeva maggiore trasparenza sui costi della Tav Torino-Lione sulla base delle considerazioni fatte dai giovani del PD che ritengono necessaria una verifica dei dati economici e di valutazione del progetto che risalgono a oltre venti anni or sono e non sono più adeguati alla nuova realtà.

Spiega Dimitri De Vita, consigliere del M5S:

Non conosciamo al mondo una sola azienda che nel settore privato investirebbe decine di miliardi di euro su valutazioni redatte un ventennio prima ma come ben sappiamo l’Italia è solita adoperare le risorse dei suoi cittadini per affidare gli appalti ai soliti personaggi ed alle solite grandi imprese: si, lo sappiamo, c’è poco di cui sorprendersi.

Ci ha fatto gradevolmente specie che la richiesta sia stata partorita in maniera del tutto autonoma nell’ambito del Partito Democratico, dai suoi giovani che evidentemente conoscono meglio l’importanza delle risorse economiche di un popolo rispetto ai suoi “vecchi”.

La richiesta di uno studio aggiornato analizzando il rapporto costi/benefici non ha però entusiasmato i difensori della Tav a tutti costi e maggioranza con l’opposizione, esclusi i cinque stelle, hanno votato in modo compatto negativamente su una proposta partorita all’interno della stessa maggioranza. Come suol dirsi “vietato disturbare il manovratore”.

Il verbale delle votazioni è questo qui:

riepilogo esito votazioni

riepilogo esito votazioni

(D.A. 13.05.15)

DUBITARE PER ESSERE LIBERI

NOTIZIE INTERESSANTI DAL WEB

Ha concluso nei giorni scorsi i suoi lavori, la Commissione parlamentare di inchiesta sull'uranio impoverito.In oltre 32 mesi di lavoro, la Commissione ha indagato sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato in missioni militari
La situazione dell'immigrazione crea scompiglio tra le forze politiche. Le analisi sui dati e le argomentazioni a favore di una cittadinanza più ampia sono state trattate nel corso del Sabirfest 2017.
Ferdinando Imposimato ci ha lasciati. Una dolorosa perdita per i difensori della Costituzione Italiana. Un maestro, un amico dei combattenti.
Elezioni 2018 e mondo No Tav: perplessità e paure serpeggiano nei social. Il M5S è davvero No Tav? Perché non parla della Torino-Lione? Qualche riflessione oltre i tormenti.
Per adesso quindi i tecnici della Comissione TAV hanno avuto ragione sulle previsioni di trasporto merci, a quando la ripartizione dei costi al 50%? e a quando il rispetto del vincolo "a saturazione della linea esistente"?
Ha concluso nei giorni scorsi i suoi lavori, la Commissione parlamentare di inchiesta sull'uranio impoverito.In oltre 32 mesi di lavoro, la Commissione ha indagato sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato in missioni militari

DALL'ARCHIVIO

Charlie Hebdo... siamo tutti Charlie o siamo tanto ipocriti?

Charlie Hebdo... siamo tutti Charlie o siamo tanto ipocriti?

Abbiamo visto e rivisto sbigottiti e impotenti le immagini dell'attentato terroristico in Francia al ...

LEGGERE...NUTRIMENTO DELL'ANIMA

Categorie del sito

Archivio articoli

Creative Common License

DALL'ARCHIVIO

La vitamina E contro l'inquinamento?

La vitamina E contro l'inquinamento?

di Massimo Bonato su Omissisnews. Le recenti ricerche condotte dal King College di Londra insieme a ...