Crea sito

Categorized | Attualità, Estero

Assange: costi imbarazzanti per Scotland Yard

ambasciata Equador Inghilterra - Assange

Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, è rinchiuso dal 2012 presso l’ambasciata equadoregna in quei di Londra. L’ambasciata è sorvegliata a vista 24 ore al giorno dalla polizia. Sulla testa di Assange pende l’accusa di violenza sessuale mossa dalle autorità svedesi. Vicenda nota e poco convincente in quanto il fondatore di Weakileaks ha con il suo sito divulgato notizie che molti governi avrebbero preferito tenere occultati. L’accusa è sempre stata rigettata da Assange che ha ottenuto asilo politico dall’Equador.

Ora la vicenda ha assunto un tono grottesco. Scotland Yard ha speso circa 10 milioni di sterline per provvedere alla sorveglianza dell’ambasciata. Voci di corridoio della polizia definiscono queste cifre “imbarazzanti”.

Il vice Primo Ministro inglese Nick Clegg afferma che Assange dovrebbe tornare in Svezia e affrontare la giustizia. Ma la vera questione sono i costi di sorveglianza che nei primi 28 mesi e sino al 31 ottobre scorso hanno superato i 9 milioni di sterline che sono stati prelevati dal budget per la protezione diplomatica in Inghilterra.

La LBC radio ha calcolato in 10,000 sterline la spesa giornaliera per questa sorveglianza. Il portavoce di Wikileaks Kristinn Hrafnsoon ha dichiarato che

E’ imbarazzante vedere il governo dell’Inghilterra spendere più in sorveglianza e fermo di polizia per un rifugiato politico che nelle investigazioni sulla guerra all’Iraq che ha ucciso centinaia di migliaia di persone

Una situazione che viene definita “frustrante” dal vice primo ministro, sia per i contribuenti inglesi che per il governo svedese.

L’anno scorso in agosto Assange aveva dichiarato il suo desiderio di lasciare presto l’ambasciata dopo 950 giorni ma non l’ha fatto. Il governo svedese ritiene che dovrebbe presentarsi davanti alla giustizia ma Julian replica duramente sostenendo che quel paese ha importato delle pratiche di detenzioni illegali senza accuse sullo stile di Guantanamo.

Ciò che in realtà teme Assange è che la sua uscita dall’ambasciata non comporti un viaggio in Svezia per difendersi dalle accuse di abusi sessuali, bensì una estradizione negli Stati Uniti nei quali dovrebbe rispondere di divulgazione di informazioni top-segret mediante il suo sito Weakleaks.

il governo inglese cerca una soluzione diplomatica per interrompere i costi “imbarazzanti” che questa situazione ha generato nelle sue finanze.

Fonte: http://www.bbc.com/news/uk-31159594

DUBITARE PER ESSERE LIBERI

NOTIZIE INTERESSANTI DAL WEB

Judo e la paura. Può un arte marziale aiutare nella gestione della paura? Come si agisce? Lo spiega la campionessa di Judo, ed esperta in psicologia dello sport, Loredana Borgogno.
Può davvero finire l'era del libro cartaceo scalzata dalla tecnologia? Il rapporto tra il lettore e il libro è qualcosa di più che la sola lettura.
Il tema del lavoro fa sempre parte della campagna elettorale. La sinistra ne rivendica la difesa. Ma come si comporta davvero oggi lo Stato nei confronti del lavoro?
Blu Economy un'altra economia è possibile. Non più una economia green ma un modello che apprende dalla natura per realizzare procedimenti di produzione compatibili con l'ecosistema e il benessere delle realtà locali. Intervista di Tiziana Alterio.
Quali sono le conseguenze della mossa di Trump su Gerusalemme? Un'analisi ripercorre la storia della città più controversa del mondo. Gli interessi politici, strategici e le motivazioni religiose.
Il presidente Trump mette in discussione tutti i Trattati commerciali in essere, con l'obiettivo di ridurre l'impatto della Cina e aumentare la produzione interna. Non di meno intende rivedere gli accordi commerciali con l'Europa, comunque considerato partner privilegiato.

DALL'ARCHIVIO

Fiscal Compact what is this?

Fiscal Compact what is this?

Rumore. Ancora Rumore. Non so voi ma quando tento di scorrere le notizie di politica italiana provo ...

LEGGERE...NUTRIMENTO DELL'ANIMA

Categorie del sito

Archivio articoli

Creative Common License

DALL'ARCHIVIO

Decreto banche: quel "vizietto" di fottere i risparmiatori.

Decreto banche: quel "vizietto" di fottere i risparmiatori.

di Davide Amerio per Tgvallesusa.it Ci sono molti aspetti nella "nuova" vicenda che vede coinvolte ...